“Da dove viene il vento?” chiese Isabel, mentre si arricciolava col dito indice la ciocca di capelli riccioli che le pendeva davanti agli occhi. “Dalle bandiere!” rispose Melissa. “Dalle bandiere?” “Si certo non vedi le bandiere sulla torre? Quando c’è vento, loro sventolano. Sono loro che fanno il vento.”  Isabel ascoltava perplessa, eppure Melissa doveva aver certamente ragione: con il caschetto perfettamente allineato sulla fronte, era la sorella maggiore e[…]

Luca portava i capelli corti con un piccolo codino dietro già a 5 anni. Indossava sempre jeans e camicia a quadri, con qualche macchia di cioccolata o di ragù sparsa qua e là. Non stava mai fermo, mai! Batteva dappertutto. Con le mani sul tavolo, sulla ringhiera, sul guardrail, sui sassi, sulla porta e sulla scatola delle caramelle. Batteva con il pugno, con le dita aperte, con le dita chiuse,[…]

NELL’ANNO DI FESTE CE NE SON TANTE MA LA PASQUA È QUELLA PIÙ IMPORTANTE. COLOMBE, FOCACCE E UOVA DI CIOCCOLATO… NON DIMENTICHIAMO IL SUO VERO SIGNIFICATO. ORA VI FACCIO UNA RIVELAZIONE: PASQUA VUOL DIRE RESURREZIONE. CHE SIGNIFICA QUESTA PAROLA STRANA, CHE SENTIAM PRONUNCIARE NELLA SANTA SETTIMANA? VUOL DIRE CHE NULLA È POI COSÌ TRUCE, PERCHÉ DOPO IL BUIO RITORNA LA LUCE. DOPO LA NOTTE VIENE IL MATTINO E DI RAGGI[…]

La scatola azzurra non è solo un gioco. È un materiale educativo dalle molteplici funzionalità. Ideata come “scatola della sabbia” nel 1955 dalla psicoanalista Dora Kalff in ambito terapeutico, è stata introdotta in Italia dall’insegnante Paola Tonelli, referente del Movimento di Cooperazione Educativa. La Tonelli ha riproposto questo “gioco” nell’ambito scolastico, dal nido alla primaria (vi assicuro però che anche gli adulti si divertono a “giocarci”). È fondamentale che sia[…]

CARI BAMBINI DI TUTTO LO STATO CHE STRANA VACANZA CI HAN REGALATO, RESTANDO A CASA CON QUALCHE DISAGIO PER EVITARE IL BRUTTO CONTAGIO. MA NON PREOCCUPIAMOCI, ANDRÀ TUTTO BENE SE RISPETTIAMO LE REGOLE D’IGIENE. LA MEDICINA MIGLIORE, OGNUNO LO SA, PER STARE IN SALUTE È LA FELICITÀ. E VOI BAMBINI NE SIETE ESPERTI, SIETE PER TUTTI GRANDI MAESTRI DI GIOIA, RISATE E ALLEGRIA, OGNI TRISTEZZA SAPETE CACCIAR VIA. ORA AVETE[…]

Juliana viveva a Graciosa, un’isoletta in mezzo all’oceano Atlantico. Era dicembre e anche lei, come tutti i bambini del mondo, scrisse una lettera a Babbo Natale, o meglio, a Pai Natal, come lo chiamano nel suo paese. Solo che questa volta Juliana mise un po’ in crisi il simpatico vecchietto dalla barba bianca, perché aveva una sola richiesta, ma molto, molto speciale. Lei per Natale voleva un pupazzo di neve.[…]