Era alto alto alto. E magro magro magro. Sembrava un attaccapanni ambulante, se non fosse stato per la sua lunga barba bianca, che pendeva appuntita sotto il naso appuntito, e che gli conferiva un’aria elegante e misteriosa. Era il preside della scuola. Conosceva a memoria tutti i suoi studenti e le loro date di nascita. Come pure quelle dei loro genitori e dei loro nonni, che molto tempo prima erano[…]

Si chiama Milo, ma tutti lo chiamano Lenzuolino perché gira sempre con il suo piccolo lenzuolo. Qualcuno dice che gli fa compagnia quando sente nostalgia, perché profuma di mamma. Qualcuno invece crede che gli piaccia travestirsi da fantasma. E invece… invece no… Il folletto porta con sé il suo lenzuolino perché gli serve per fare molte cose. La mattina si alza presto, attraversa il bosco di faggi e là in[…]

Questa che vi racconto è una storia vera. È accaduta tempo fa, forse ieri… o qualche anno fa… ma ascoltate bene bambini, perché forse parla anche di voi. Una piccola lacrima salata come il mare, scese dagli occhi, attraversò lo strato di sabbia, poi lo strato di terriccio e pietre, poi lo strato di rocce, fino giù in fondo, nel cuore della Terra. E là cadde sulla mano di Mama. […]